martedì 10 aprile 2012

l'anarchia del merlo bianco

muovono sottovento
le piume in rivolta
parole nascoste
al troppo tempo,
a studiarne la cornice
dimenticandoci, 
ma senza cambiar colore
senza arrossire allo sguardo.
occhio fermo
ali piegate
solo aspettando forse
la nebbia in primavera.

1 commento:

  1. ma che fine hai fatto.
    non ne posso più.

    M.

    RispondiElimina